Il social marketing spinge i ricavi delle imprese

By Redazione on 6 gennaio 2016 in blog
0

Laura Cavestri – Il Sole 24 Ore- Email che si fanno aprire dribblando lo spamming, newsletter mirate (nel destinatario e nei contenuti) e un sito web che balza nella top-5 delle parole chiave che riguardano il proprio settore. Si chiamano email-marketing (Dem, direct email marketing) e social media marketing (Seo, search engine optimization) e, se attuate insieme, da loro può dipendere oltre un terzo del fatturato aziendale. Lo rileva Co. Mark – società bergamasca di consulenza professionale attiva dal 1998 e che oggi conta una rete di 130 temporary export manager – attraverso uno studio su alcune Pmi della subfornitura plastica (fatturato medio attorno ai 25 milioni di euro), provando a mettere in relazione quote di fatturato e politiche commerciali messe in atto. Un modo per capire quale è l’effettivo contributo del marketing innovativo rispetto a quello tradizionale. Quest’ultimo resta maggioritario: in media, il 58% dell’attività commerciale delle Pmi che hanno deciso di innovarsi digitalmente resta di tipo classico. Ma se il passaparola (3%) e le fiere (4,5%) sembrano avere mediamente un effetto contenuto sul fatturato d’impresa, le campagne pubblicitarie, soprattutto online (8,5%), l’email marketing (12,7%) e l’attività sui social media (12,6%), possono contribuire sino a più del 30% dei ricavi. Naturalmente, a patto che si lavori in maniera mirata e quotidiana su un mix di strumenti.

Continua a leggere su http://24o.it/wlHuIW

Copyright 2018 | LinkMedia | agenzia di Marketing & Comunicazione con sede a Torino si occupa di sviluppo siti web, web marketing e servizi internet